Fermo amministrativo: Agenzia Entrate-Riscossione pignora le auto

Fermo amministrativo 2018, Nuove procedure cos’è come funziona cosa fare..

Fermo amministrativo 2018, quando e come toglierlo, come rottamare la propria auto, come rateizzare o vendere, come sapere se c’è il fermo.

C’è l’assenza di informazioni e di spiegazioni, siamo abbandonati in un sistema ambiguo e per niente trasparente, fermo amministrativo auto, pignoramenti, procedure esecutive e cautelari, espropriazioni di beni mobili e immobili, tutte le notizie e le procedure da sapere per difendersi da un meccanismo a dir poco asfissiante.

Cerchiamo subito di capire cos’è il fermo amministrativo 2018, come e dove verificare se c’è il fermo sul proprio veicolo, come ottenere una rateizzazione, come procedere per la relativa sospensione del fermo amministrativo, come rottamare demolire la propria auto con l’aggravante del fermo, come difendersi dai verbali in caso di accertamenti da parte di pubblici ufficiali, come revocare cancellare il provvedimento di fermo dell’agenzia delle Entrate, come comportarsi con il bollo e assicurazione

Il fermo amministrativo auto 2018 è un procedimento formale attraverso il quale l’agenzia delle entrate riscossione, attiva specifiche procedure a garanzia di un ipotetico credito.

Per cui se il contribuente non paga entro 60 giorni dalla notifica di una cartella  di pagamento, L’agenzia Entrate Riscossione invia al contribuente debitore una comunicazione attestante l’attivazione di procedure cautelari ed esecutive per recuperare le somme ancora dovute.

Se invece il debito è inferiore di 1.000,00 tali procedure non iniziano prima di 120 giorni dall’invio per posta ordinaria, della prima comunicazione contenente il dettaglio del debito.

Fermo amministrativo ma cos’è?

C’osè il fermo amministrativo su beni mobili registrati? ( Cioè auto moto veicoli..)

E’ un procedimento cautelare e poi esecutivo, che l’Agenzia delle Entrate-di Riscossione, può attivare nel caso in cui il contribuente a cui è stata notificata una cartella esattoriale, non paghi l’importo del debito entro 60 giorni.

Ma entriamo nel vivo e adentriamoci nel fermo amministrativo cos’è realmente, è un atto formale attraverso il quale Equitalia, o altro agente della riscossione, dispone il blocco dei veicoli a motore intestati al debitore.

Cosa significa avere un veicolo con fermo amministrativo? Che il veicolo a motore, per cui automobili, moto, scooter, macchine agricole, pullman ecc, oggetto di garanzia del credito per gli Enti impositori, viene bloccato temporaneamente tramite un atto ufficiale, per cui se il debitore subisce un fermo amministrativo sulla sua auto per una cartella di pagamento non pagata fino a quando non estinguerà il debito, il veicolo non potrà circolare su strada, non potrà essere radiato dal PRA esportato all’estero o demolito, ma potrà essere venduto anche se il nuovo acquirente non potrà comunque farlo circolare o demolire, infatti chi compra un auto in fermo amministrativo eridita gli stessi vincoli del vecchio proprietario.

Fermo amministrativo 2018 e le conseguenze che ne derivano: l’auto non può  circolare! si lo sappiamo le osservazioni di tanti, ho il fermo amministrativo da anni ho sempre circolato con la mia auto, anzi, mi ha spesso fermato la polizia stradale, ma nulla è accaduto! Fino a poco tempo fa i controlli dei carabinieri polizia erano superficiali, oro gli organi competenti di polizia hanno e adottano un sistema particolare: l’auto detector, Fermo amministrativo autodetector, fermo amministrativo sistema virgilio,  cioè un sorta di laser che puntandolo sulla targa della vostra auto emergono notizie relative alla copertura assicurativa, alla revisione,  al fermo amministrativo, pignoramento ipoteca, e successivamente adottano misure preventive, in piemonte addirittura c’è la confisca immediata, in altre regioni la multa verbale di 750,00 in altre di 1.500,00. Per non dire della rete autostradale i tutor leggono le targhe delle auto. In realtà gli organi accertatori ci rifilano un verbale in realzione all’articolo 214 del cds che è tutto contestabile!

 Fermo amministrativo 2018: come funziona?

Quando noi contribuenti riceviamo la notifica di una o più cartelle esattoriali abbiamo 60 giorni per effettuare il pagamento del debito iscritto a ruolo, superato questo periodo, l’Agenzia delle Entrate Riscossione o un altro agente della riscossione che ha provveduto ad emettere la cartella, può attivare specifiche procedure cautelari atte a garantire il credito, ed esecutive per far sì che il debito venga pagato dal debitore.

Una delle procedure cautelari più comuni sono le cosidette ganasce fiscali, cioè il fermo amministrativo auto ( ex Equitalia)  Tale procedura, consiste quindi nell’inviare al debitore una comunicazione formale con la quale si dà seguito al mancato pagamento della cartella, attraverso la notifica del preavviso di fermo amministrativo su un veicolo a motore di proprietà del debitore.

Affinché l’Agenzia delle Entrate-Riscossione possa iscrivere un fermo amministrativo, occorre però che il debito superi le 800 euro, e nello specifico:

Fermo amministrativo per debiti superiori a:
su 1 solo veicolo 800-2000 euro
su max 10 veicoli 2.000 -10.000 euro
su intero parco auto oltre 10.000 euro

In realtà questa tabella non viene mai rispettata, vi sono enti esttoriali come Comuni, che applicano il fermo amministrativo su tutto il parco auto anche per importi sotto alla soglia delle 800,00! ( Garantito! ) e non contenti si accaniscono a pignorare stipendi e conto corrente!

Riassumendo:

  • Debiti tra 800 e 2.000 euro: fermo amministrativo su un solo veicolo;
  • Debiti tra i 2.000 e 10.000 euro: fermo su massimo 10 veicoli;
  • Debiti oltre i 10.000 euro: Equitalia può sottoporre a fermo l’intero parco veicoli del debitore.

Inoltre per i debiti sotto i 1.000 euro, devono essere obbligatoriamente inviati 2 solleciti di pagamento, il primo dopo almeno 120 giorni dalla comunicazione di preavviso.

Fermo amministrativo auto 2018 come toglierlo?

 Come togliere il fermo amministrativo sulla propria auto? Per toglierlo occorre che il debitore, entro 30 giorni, a partire dalla data di notifica della comunicazione del fermo, saldi il proprio debito iscritto a ruolo.

Per cui se effettua il pagamento delle somme dovute, il provvedimento cautelare decade.

In caso contrario, l’Agenzia Entrate Riscossione procede ad iscrivere il fermo amministrativo al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e se il proprietario non procede al pagamento, l’Agente può disporre anche il pignoramento auto e la sua vendita all’asta. ( anche se sappiamo che spesso le aste vengono disertate a tavolino, simulando mancate vendite per abbassare ulteriormente il valore dell’auto! a perderci siamo sempre noi contribuenti!)

 Novità Fermo amministrativo 2018 e rateizzazione:

La rateizzazione blocca il fermo amministartivo auto, ciò significa che il contribuente può ricorrere alla dilazione del debito per evitare il fermo del veicolo, ottiene la sospensione del fermo amministrativo ma non la cancellazione! La sospensione del fermo amministrativo è una sorta di autorizzazione a circolare, ma siamo sempre legati, non possiamo rottamare l’auto, e non possiamo venderla!

In caso quindi di rateizzazione, il pagamento della prima rata, comporta la possibilità per il debitore di richiedere all’Agente della riscossione, la sospensione del provvedimento di fermo, al fine di poter circolare con il veicolo interessato.

In questa ipotesi, Agenzia Entrate Riscossione provvede a rilasciare un apposito documento contenente il proprio consenso all’annotazione della sospensione del fermo, che anche in questo caso il debitore dovrà presentare direttamente al PRA.

Come sapere se c’è un fermo amministrativo sulla tua auto?

Il contribuente per sapere se c’è un fermo amministrativo sull’auto da acquistare o su un veicolo di cui è proprietario, può:

Richiedere una visura della targa del veicolo all’ACI il costo per la visura è di 6,00 negli uffici 8,00 on line, o presso una delegazione ACI o agenzie di pratiche auto, ma si rimane sempre nell’ambiguità, nessuno sa interpretare una visura auto e dare direttive giuste per cominciare a risolvere il problema un servizio ottimale per il pronto visura auto e verifica fermo amministrativo è questo sito: www.verificafermoamministrativo.it

Ricordiamo che il mezzo sottoposto a ganasce fiscali, può essere venduto ma permane per il nuovo acquirente l’impossibilità di circolare con quel veicolo fino a quando il debito non verrà saldato, per cui prima di procedere all’acquisto di un’auto usata, si consiglia di fare molto attenzione e richiedere una visura sulla targa.

 

Per quanto riguarda invece il bollo e l’assicurazione dell’auto o moto con fermo amministrativo, vi è l’impossibilità di pagare il bollo auto fin quando non viene cancellato il fermo, nel frattempo è meglio dichiarare la perdita di possesso del veicolo, seguendo le indicazioni regionali di riscossione del bollo auto.

 

In merito all’assicurazione, se il veicolo oggetto di fermo amministrativo non è parcheggiato su strada ma in box o garage privati al chiuso, è possibile non assicurarlo, se invece è su strada, è bene sapere che qualora coinvolto in un sinistro stradale, la compagnia di assicurazione non risarcirebbe il danno, in quanto il veicolo non sarebbe dovuto circolare.

Cancellazione del fermo amministrativo auto: costi 2018

Per procedere alla cancellazione del fermo amministrativo ex Equitalia, il contribuente deve pagare il debito iscritto a ruolo, farsi rilasciare dall’Agente di riscossione, la certificazione attestante il pagamento del debito e recarsi al PRA.

Al PRA devono essere forniti i dati del veicolo, l’importo del credito ed il Certificato di proprietà del veicolo oggetto di provvedimento cautelare ed esecutivo e per il quale si richiede la cancellazione del fermo amministrativo, il cui costo è pari a 32 euro imposta di bollo.

In alternativa al CdP, il proprietario del veicolo può utilizzare anche il modello NP-3, ma in questo caso il costo aumenta a 48 euro.

Vendita o rottamazione auto in fermo amministrativo? Come e a chi rivolgersi

Toni Gallicchio classe 74, esperto di comunicazione fisco e finanza, esperto e attivo nel settore auto dal lontano 1993 – Il suo motto? Il fisco alla portata di tutti ma senza inganni e senza perdere la dignità, abili truffatori operatori finti demolitori di auto pronti a imbrogliare per l’acquisto della vostra auto in fermo amministrativo senza trasparenza senza premesse contrattuali senza gentilezza senza educazione! Non fatevi mai allettare da una proposta di vendita della vostra auto in fermo amministrativo con un prezzo elevato, basta riflettere attentamente per capire che qualcosa non va! Un auto in fermo amministrativo non puo’essere venduta ad un prezzo di mercato, e qualora accadesse cio’verrà reimmatricolata all’estero con falsa documentazione.

 Numeri utili : 327.327 5130 – 327.327.5130

 Fermo amministrativo notizie 2017

Equitalia e il suo fermo amministrativo chiude, interessi e more annullati: cosa cambierà per i contribuenti italiani

Rottamazione delle vecchie cartelle esattoriali? Le novità in arrivo con la chiusura di Equitalia, rimane il fermo amministrativo sulle auto e restano anche le cartelle, dobbiamo sapere che..

Equitalia chiuderà entro 6 mesi. Matteo Renzi ha annunciato che entro la prossima primavera Equitalia sarà per gli italiani solo un brutto ricordo. La notizia ha suscitato leciti entusiasmi in tutti i contribuenti che, però, dovranno fare attenzione al reale significato del cambiamento che non vorrà dire, per i cittadini in difetto, la rottamazione delle cartelle esattoriali ma il fermo amministrativo sui veicoli rimane attivo, infatti si parla di equitalia ma non si parla di fermo amministrativo equitalia cosa faremo con le auto il fermo amministrativo rimmarrà applicato in essere avremmo lo stesso disagio? possiamo circolare con un auto in fermo amministrativo? Possiamo ora vendere un auto con fermo amministrativo?

Cosa cambierà per chi non ha pagato le tasse

Chi non ha pagato le #tasse dovrà mettersi in regola comunque, approfittando però di un tentativo di conciliazione che gli verrà offerto dall’ente preposto alla riscossione. Di sicuro cambierà l’attuale metodo di Equitalia e della lievitazione delle cartelle esattoriali e le loro esorbitanti more ed interessi. Il premier Renzi, con la rottamazione delle vecchie cartelle esattoriali, vorrebbe far rientrare nelle casse dello Stato circa 4 miliardi di euro auspicando un’adesione volontaria da parte dei contribuenti non in regola ai quali saranno tolti gli interessi e le more sulle tasse da loro dovute allo Stato, che non sarà, comunque, una sanatoria per chi ha evaso finora. Ma al fermo amministrativo sull’auto non ci pensa?

Cartelle di Equitalia: sanzioni amministrative e more annullate, ecco le novità sul fermo amministrativo

Le novità sullo stop della riscossione, da parte di Equitali,a delle sanzioni amministrative e delle relative more accumulate non vuol dire che al contribuente italiano viene eliminato l’obbligo di provvedere al pagamento delle tasse e delle multe in sospeso. La loro riscossione, infatti, subirà un semplice passaggio da Equitalia all’#agenzia delle entrate. In pratica le funzioni che prima erano affidate ai due enti (Equitalia aveva il compito di riscuotere e l’Agenzia delle entrate quello di sorvegliare ed eventualmente  sanzionare) ora saranno tutte convogliate all’Agenzia delle entrate. Il nuovo meccanismo di riscossione delle tasse dovrebbe prevedere, tra l’altro, l’ invio di un sms di avviso sul cellulare quando il contribuente omette o dimentica di pagare una tassa. In pratica, un sistema più soft e più umano per andare incontro al cittadino. Ma il fermo amministrativo sulle nostre auto rimane?

 

equitalia

La chiusura di Equitalia non porterà la rottamazione delle cartelle, ma non si pagheranno gli smisurati interessi e le more che erano nella filosofia di Equitalia”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in conferenza stampa al termine del consiglio dei Ministri che ha dato il via libera alla legge di Bilancio. “Il modello con cui Equitalia si è diffusa e sviluppata – ha aggiunto Renzi – è stato inutilmente polemico, vessatorio nei confronti dei cittadini. Chiudere Equitalia significa chiudere con quel modello lì, significa che quando non paghi una tassa ti arriva un sms (Se Mi Scordo). Il percorso di chiusura di Equitalia – ha precisato il premier – richiederà 6 mesi, «ma permette di dire: chiudiamo il passato, le multe si pagano, ma senza gli interessi vessatori che ci sono stati in passato”.

Il fermo amministrativo sulle auto? Nonostante le nuove proposte la nuova Legge di stabilità del 2017 si è parlato tanto di Equitalia ma nessuno ha parlato del disagio che subiscono milioni di Italiani che hanno il fermo amministrativo sulla propria auto, equitalia forse chiuderà la propria attività di riscossione, ma devi sapere che tutti gli uffiuci di Equitalia e i dipendenti verrano assorbiti dall’Agenzia delle entrate che si occuperanno da subito nella gestione delle cartelle e dei fermi amministrativi sulle auto, quindi secondo un nostro giudizio avremmo sempre gli satessi disagi se non peggio, ci manca solo che saremo obbligati a portare la nostra auto al centro aste, scatta subito il pignoramento auto qualora fossimo inandempienti! Conclusioni?

Valoriziamo auto anche con fermo amministrativo 3294511900

Offriamo assistenza Legale amministrativa inerente al gravame fiscale che blocca la vostra auto, recuperiamo auto con fermo amministrativo ci occupiamo della sospensione della circolazione e la relativa cancellazione dalla proprietà inrelazione alla normativa Aci/Pra n.DSD/0011454/09 –  Offriamo e garantiamo la miglior soluzione a norma di Legge, con noi avrai la garanzia assoluta di risolvere i problemi che incombono sulla vostra auto con fermo amministrativo serietà esperienza competenza e sicurezza nella gestione dei veicoli, recuperiamo auto sottoposte a fermo amministrativo al tuo domicilio,se la tua esigenza è vendo auto con fermo amministrativo sottoscriviamo perizia di stato d’uso, lettera per la rottamazione, scheda tecnica amministrativa, confermiamo la valutazione con transazione economica, cosi’ liberi di rateizzare con l’ente esattoriale.

 

Acquistiamo auto in fermo amministrativo chiamaci dalle 9 alle 22 tutti i giorni

327.327 5130

 

Siamo nel campo dal lontano 1999 la nostra societa  svolge l’attività di soccorso stradale posteggio deposito recupero auto con fermo amministrativo, vendiamo ricambi usati di tutte le auto, ci occupiamo dello smaltimento dei materiale ferrosi, siamo abilitati e attrezzati nel gestire veicoli gravati in fermo amministrativo, il nostro lavoro è trasparente e corretto, e abbiamo il massimo rispetto di tutti glii utenti che ci raggiungono al centralino. Prima di vendere cedere la vostra auto in fermo amministrativo chiamateci al 327.327 5130 saremo lieti di darvi assistenza legale e amministrativa gratuita, saremo lieti di darvi tutti gli strumenti per prendere una decisione se cedere la vostra auto all’ultimo arrivato oppure a noi azienda Italiana che opera nella massima trasparenza e lealtà.

Valutazioni auto con fermo amministrativo valutazioni auto con preavviso di fermo amministrativo, ritiriamo e valutiamo auto in fermo dal 2005al 2016 paghiamo noi il gravame e ci occupiamo della cancellazione del fermo amministrativo, ove ne ricorrano i presupposti valutiamo la vostra auto, laddove il fermo superi il valore della stessa vettura, ci occupiamo  della rottamazione ma comunque viene valorizzata.
Chiamaci e scopri come cedere un auto con fermo amministrativo con la procedura corretta

327.327 5130
ATTENZIONE: Ritiriamo solo auto dal 2005 al 2016 per le auto antecedente al 2005 possiamo offrirvi consulenza ed eventuale servizio per la rottamazione.

ATTENZIONE: NON INVIARE FOTO DELLA TUA AUTO A NESSUNO!  Ci sono gruppi di commercianti che catturano i vostri dati con foto e visura e inserzionano annunci con la vostra vettura e ricevono acconti.

ATTENZIONE: NON ACCETTARE SUBITO INCONTRI FINALIZZATI ALLA CESSIONE DEL VEICOLO! PRIMA DI CONSEGNARE UN AUTO ESIGETE VIA E-MAIL REFERENZE DATI NOMI COGNOMI CAMERA COMMERCIO, MAI CONSEGNARE LA VOSTRA AUTO ALLA PRIMA CHIAMATA SENZA AVER PRESO LE DOVUTE INFORMAZIONI.

 

Fermo amministrativo 2016 cosa cambia quali sono le nuove normative? La Legge di stabilità ha penalizzato noi contribuenti…ogni nuovo giorno aumentano i problemi, si passa da un contenzioso ad un altro, facendoci cadere nel baratro, superare l’attuale momento di difficoltà e’ praticamente impossibile! Tutto questo genera incertezze e confusione regalandoci a noi persone tremendamente vive, la sconfitta economica la depressione totale!

 

Tutti gli enti esattoriali si costruiscono Leggi e normative a loro uso e consumo, e a pagare siamo noi brava gente, queste sono le storie di tutti i giorni, dirigenti di enti esattoriali politici impiegati, molti di costoro non hanno mai visto il mondo reale neppure per sbaglio.

Non stiamo a spiegarvi cos’è il fermo amministrativo in quanto crediamo  che lo sappiano anche i ragazzi a scuola! In ogni caso per rendere efficace il fermo amministrativo deve essere emesso un preavviso di fermo amministrativo che dovrà contenere la natura del debito il numero della cartella esattoriale, l’anno a cui si fa riferimento e l’importo dovuto.
Dopo aver ricevuto il preavviso di fermo amministrativo? Abbiamo 20/30 giorni di tempo per regolarizzare la nostra posizione, addirittura allegano bollettini postali anche per debiti di 10/15.000,00 ( impensabile fare la fila in posta per il pagamento di tale somma) in ogni caso trascorso il tempo che ci lascia l’ente esattoriale dopo scatta il fermo amministrativo sulla nostra auto! Da qui in poi si aprono vari scenari, a voi il peggiore!

Rateizzare con il massimo delle rate e al pagamento della prima, chiedere la liberatoria per la cancellazione del fermo amministrativo e riabilitare l’auto alla circolazione. Questa procedura era fattibile fino a ottobre 2015, poi come abbiamo già spiegato sul portale automotori.info con l’introduzione delle legge di stabilità non è più possibile! Abbiamo perso quel poco di libertà che ci rimaneva! Ora bisogna saldare per riavere l’onore di guidare la nostra auto.

Fermo amministrativo le conseguenze che ne derivano: l’auto non può  circolare! si lo sappiamo le osservazioni di tanti, ho il fermo amministrativo da anni ho sempre circolato con la mia auto, anzi, mi ha spesso fermato la polizia stradale, ma nulla è accaduto! Fino a poco tempo fa i controlli dei carabinieri polizia erano superficiali, oro gli organi competenti di polizia hanno e adottano un sistema particolare: l’auto detector, cioè un sorta di laser che puntandolo sulla targa della vostra auto emergono notizie relative alla copertura assicurativa, alla revisione,  al fermo amministrativo, pignoramento ipoteca, e successivamente adottano misure preventive, in piemonte addirittura c’è la confisca immediata, in altre regioni la multa verbale di 750,00 in altre di 1.500,00. Per non dire della rete autostradale i tutor leggono le targhe delle auto.

L’auto viene venduta in seguito al provvedimento di  fermo amministrativo  Le auto con fermo amministrativo possono essere vendute addirittura con passaggio di proprietà regolare, in quanto il provvedimento rappresenta una misura cautelare senza comportare alcun vincolo di indisponibilità, tuttavia l’acquirente subirà le stesse limitazioni, non potrà circolare e rischia multe e sanzioni.

Qualora il venditore non avvisa l’acquirente del gravame che interessa il veicolo, può essere chiamato in causa e rischia una denuncia per truffa.

Qualora invece l’acquirente è a conoscenza del fermo amministrativo lascia pensare che egli acquisti il veicolo per l’uso stradale trasgredendo alle normative in vigore, costui potrà rendersi protagonista di eventuali incidenti o danni a terzi, una volta intervenuta la polizia potrà appurare la presenza del fermo amministrativo e chiameranno di sicuro in causa il vecchio proprietario.

 

Compro auto con fermo amministrativo chiamaci al 329. 911 70 09

Per quanto riguarda invece la rottamazione di un auto in fermo amministrativo, le cose per il 2016 restano invariate: la demolizione di un auto in fermo è interdetta per tutto il periodo del gravame, l’unico modo per disfarsi del veicolo e pagare il debito! Alternative per disfarsi di un auto con fermo amministrativo? La Legge impone al proprietario di un auto in fermo amministrativo a custodirla con diligenza  a proprie spese, a far cessare la circolazione e alla collocazione in un luogo non sottoposto a pubblico passaggio!

Il demolitore rifiuterà la richiesta di rottamazione auto, suo malgrado, e il pra non potrà radiare la vettura.

Qualcuno vi  suggerirà di presentare la richiesta di cancellazione auto motivandola sulla base di rilevanti danni subiti come la distruzione a seguito di incendi, manifestazioni, calamità naturali, incidenti stradali (con il veicolo fermo al parcheggio), alluvioni, incendi ecc. Si tratterebbe di cause di forza maggiore dove, però, il rischio è quello che si possa imputare al proprietario la negligenza nella custodia del mezzo. Quindi è molto importante documentare che l’evento si è verificato nonostante la cura nella conservazione dell’auto da parte del titolare. L’alternativa è usufruire di un servizio di custodia e posteggio di auto in fermo amministrativo a vostre spese.

Esportazione: L’esportazione di un auto con fermo amministrativo è vietata e sanzionata, la contestazione è: esportazione illecita di veicoli all’estero, qualora si affidasse la propria auto, e colui la porterà all’estero , a livello amministrativo rimarrete incagliati in quanto non potreste mai e poi mai effettuare la radiazione targhe, la cancellazione del veicolo a vostro nome, e avreste sempre il bollo sulle vostre spalle, oltre al pensiero che la vostra auto sta circolando in un altro paese a vostro nome.

Ho trovato in internet un commerciante sono sicuro della cancellazione: non esiste la cancellazione si può chiedere al pubblico registro la perdita di possesso, una formalità amministrativa che attesta che il corrente proprietario non ne ha più l’effettivo possesso, ma questa richiesta di formalità va comunque motivata.
Perdita di possesso cos’è? Come dicevamo è una formalità che attesta che non siete più in possesso della vettura con giusta motivazione. ATTENZIONE: va chiarito che comunque la perdita di possesso non altera la proprietà del veicolo, essa rimane infatti sempre intestata a voi nei registri del p.r.a, con la nota riportata in calce perdita di possesso, per cui in caso di multe infrazioni stradali tramite la targa del mezzo si risalirà all’effettivo proprietario anche se si è provveduto alla perdita di possesso. Consigliamo caldamente di non affidare la vostra auto al primo commerciante che scoprite in internet e di effettuare un’accurata ricerca sul vostro partner a cui affidate il mezzo, fate domande inerenti al problema e se il vostro interlocutore sarà stato esaustivo è la persona giusta ma dovrà darvi tutte le garanzie del caso. Conclusioni: la perdita di possesso è lo sgravio fiscale cioè non paghereste più la tassa di proprietà.

 

ATTENZIONE: potreste inciampare e avere dissapori con pseudo demolitori commercianti di auto che si professano professionisti da 20 anni, ma, vi basterà fargli 2 domandine inerente al problema e capireste subito la scarsa preparazione, costoro mirano esclusivamente al profitto che potranno costruire sulla vostra vettura! E per ultimo e non meno importante esportano l’auto in fermo amministrativo all’estero a vostro nome, facendo cadere la responsabilità penale addosso a voi! Prima di cedere un auto con fermo amministrativo chiama al numero 327.327 5130

Acquistiamo auto in fermo amministrativo e paghiamo noi il tuo debito! Qualora ci fossero i presupposti interveniamo sul tuo debito ci accolliamo tutti gli oneri derivanti dalla gestione della tua auto e dalle cartelle esattoriali, vi risolleviamo da una situazione debitoria  qualora l’entità del fermo non superasse il valore commerciale, ma abbiamo anche la soluzione qualora l’importo del fermo amministrativo superi il valore commerciale del mezzo bloccato, noi lo recuperiamo ugualmente e lo valoriziamo il giusto!

L’azienda effettua il recupero delle auto ferme sinistrate, auto con motore fuso dal 2006 al 2016 , auto con fermoamministrativo, con l’obiettivo di raggiungere il riciclaggio di tutti i componenti ancora sicuri e riutilizzabili: ogni ricambio viene infatti controllato e revisionato al fine di reintrodurlo nel mercato automotive in totale sicurezza, secondo tutti gli standard oggi in vigore.
Puoi raggiuncerci con un primo contatto telefonico informativo al 327.327 5130 oppure 327.327 5130
Offriamo servizi di soccorso stradale recupero auto veicoli servizio di custodia e posteggio di auto con fermo amministrativo offriamo consulenza legale e amministrativa in merito al fermo auto fiscale, consulenza automobilistica, ritiriamo e acquistiamo auto non necessariamente in fermo amministrativo.

Demolizione rottamazione auto camion e camper in fermo amministrativo con ritiro al vostro domicilio Gratis.
La tua auto camper furgone in fermo amministrativo puoi rottamarli da noi, verrà demolita a norma di legge e rispetterà l’ambiente.

Demoliamo anche Suv, Fuoristrada, Furgoni, Trattori, Motrici e Rimorchi.

Tutta la pratica è completamente GRATUITA,  consegna del primo certificato al momento del ritiro.
Carro attrezzi a  domicilio incluso nel costo ZERO ( Nel raggio di 100 km, poi verrà applicata solo tariffa per i costi del carro attrezzi) Demoliamo rottamiamo auto camper furgoni con fermo amministrativo a costo zero, il tutto ha finalità di recupero dei ricambi usati che potremmo reintrodurli sul mercato, il quale ci permette di offrire un servizio gratuito e rientrare dei nostri costi. Qualora aveste un auto camper furgone non interessante per il recupero dei ricambi potremmo comunque offrire il servizio di rottamazione ma con qualche costo da parte vostra.
Con la massima trasparenza e serietà. Demolire senza avere problemi in futuro!!!
Il servizio è attivo su buona parte del territorio nazionale, per sapere se la vostra area è coperta a costo ZERO e quindi usufruire di un service gratuito chiamaci senza impegno 327.327 5130 – 327.327 5130 Toni

La nostra azienda qualora ci fossero i presupposti valorizza anche le auto da rottamare in fermo amministrativo, paghiamo la tua auto in fermo amministrativo! Tutto proporzionato al recupero dei ricambi usati, motore, cambio, interni, paraurti ant.e post.portiere centraline ecc..
Se hai un auto, camper, furgone in fermo amministrativo e hai un’esigenza di demolire e addirittura recuperare anche del denaro chiamaci!

 

Chiamaci e scopri come cedere un auto con fermo amministrativo con la procedura corretta
327.327 5130

Rottamazione e demolizione di veicoli gravati da fermo amministrativo.

La nostra azienda si occupa anche della rottamazione e demolizione di veicoli con fermo amministrativo fiscale. Non confondiamo con il fermo amministrativo giudiziale che è un illecito che gestisce la prefettura.
Se hai un auto con fermo amministrativo e te ne vuoi sbarazzare o magari avresti esigenza anche di recuperare del denaro              chiamaci al 327.327 5130 e descrivici la tua esigenza in breve tempo saremo lieti di accontentarvi e di farvi la giusta valutazione sulla vostra auto sottoposta a fermo amministrativo.

Ritiriamo e acquistiamo auto con fermo amministrativo esclusivamente per la rottamazione a fine vita con il solo eventuale recupero dei ricambi, cioè motore cambio gomme cerchi e lamiere.

Garantiamo i seguenti servizi inerenti al fermo amministrativo e rispondiamo a tutte le domande:

Valutazione auto in fermo amministrativo –  rottamazione auto con fermo amministrativocome vendere un auto con fermo amministrativodemolire un auto con fermo amministrativo si puo fare – come verifico il fermo amministrativo – come cancellare il fermo amministrativo – come sospendere il fermo amministrativo – posso fidarmi dei compro auto – esportazione di un auto con fermo amministrativo –